Inizio della pagina -
Logo DISCO
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
Logo Ateneo
   
Per gli Studenti
Programmazione 1

Codice insegnamento: E3101Q105

Contenuti:
L’insegnamento presenterà i concetti alla base dei linguaggi di programmazione ad alto livello focalizzandosi sul paradigma imperativo. Questi concetti verranno spiegati utilizzando il linguaggio Java e saranno fatti sperimentare agli studenti con l’implementazione di semplici algoritmi mirati.

Testi di riferimento:
Walter Savitch e Frank M. Carrano,Programmazione con Java,  Edizione in Italiano, 2010, Pearson Education Italia, ISBN 9788871926148

Obiettivi formativi:
Acquisire le basi della programmazione imperativa in Java.  

Prerequisiti:
Le conoscenze di tipo matematico e logico acquisite nella scuola superiore.

Metodi didattici
L’insegnamento è composto da lezioni frontali, esercitazioni in aula e sessioni di lavoro assistito in laboratorio. Inoltre, verranno resi disponibile on-line sia le slide e gli esercizi svolti in classe che vari tipi di esercizi mirati (quiz, domande pratiche) da svolgere individualmente da parte degli studenti.

Programma esteso:

  • Struttura logica di un elaboratore e codifica dell'informazione. Gerarchia dei linguaggi di programmazione, compilatori e interpreti. Cenni informali sulla correttezza dei programmi (sintassi, semantica). La Java Virtual Machine. Algoritmi e programmi
  • Tipi di dati primitivi. Variabili, dichiarazioni e assegnamenti. Espressioni e valutazione. Type checking. Stringhe
  • Input/Output da tastiera/su schermo (classe Scanner)
  • Strutture di controllo: sequenza, selezione, iterazione
  • Array di tipi primitivi
  • Metodi di classe, definizione ed invocazione. Parametri di tipo primitivo. Uso della dot notation. Record di attivazione. Precondizioni e postcondizioni dei metodi
  • Variabili di classe e costanti
  • Classi e istanze come strutture dati (à la struct C) con attributi di tipo primitivo e complesso
  • Il concetto di reference: cenni alla gestione della memoria in Java (heap, stack e loro uso durante l’esecuzione dei programmi)
  • Array di reference
  • Metodi di classe con tipi di dati complessi: definizione e invocazione. Passaggio di parametri by reference e by value
  • Creazione e manipolazione di semplici strutture dati (liste, code, pile)

Modalità di verifica dell'apprendimento
L’apprendimento verrà verificato tramite domande ed esercizi mirati in itinere.

Tipo esame:
Scritto

Tipo valutazione:
Voto finale

Approfondimenti

Google Translate
Translate to English Translate to French Translate to German Translate to Spanish Translate to Chinese Translate to Portuguese Translate to Arabic
Translate to Albanian Translate to Bulgarian Translate to Croatian Translate to Czech Translate to Danish Translate to Dutch Translate to Finnish Translate to Greek Translate to Hindi
Translate to Hungarian Translate to Irish Translate to Japanese Translate to Korean Translate to Norwegian Translate to Polish Translate to Romanian Translate to Russian Translate to Serbian
Translate to Slovenian Translate to Swedish Translate to Thai Translate to Turkish

(C) Copyright 2016 - Dipartimento Informatica Sistemistica e Comunicazione - Viale Sarca, 336
20126 Milano - Edificio U14
redazioneweb@disco.unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 11/11/2013