Inizio della pagina -
Logo DISCO
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
Logo Ateneo
   
Per gli Studenti
Ergonomia cognitiva

(mutuato dal Corso di laurea in Scienze e tecniche psicologiche)

Docenti: Daniele Zavagno, Fabio Ferlazzo

PERCORSO: a scelta guidata A

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE: M-PSI/01

ANNO: II

SEMESTRE: I

CREDITI: 6

ORE DI LEZIONE: 40

Finalità corso

Questo corso ha l'obiettivo di fornire allo studente gli strumenti concettuali e metodologici per affrontare problematiche ergonomiche di interesse della psicologia, quali il funzionamento dei sistemi sensoriali (limiti e potenzialità), lo studio dell'errore umano e i metodi di prevenzione degli errori, la misura del carico di lavoro mentale e lo studio dell'interazione tra esseri umani e tecnologie. Particolare rilievo verrà dato allo studio concreto di problemi e pregi legati al design di oggetti vari e di interfacce uomo-macchina, e delle tecniche di analisi e di intervento.

Argomenti corso

Introduzione all'ergonomia cognitiva. I sistemi sensoriali e la raccolta e organizzazione di informazione. Concetto e ruolo di affordance. L'attenzione e il carico di lavoro mentale. L'errore umano. L'automazione. L'usabilità. Il ruolo dello psicologo in ergonomia. Il laboratorio di ergonomia cognitiva.

Testi esame:

Per i FREQUENTANTI di tutti e due i moduli (bisogna avere una presenza in aula di almeno 32 ore, 16 ore minimo per ciascun modulo):
- Di Nocera F. (2004). Cos'è l'ergonomia. Roma: Carocci.
- dispense delle lezioni di Zavagno
- due articoli a scelta tra quelli forniti da Ferlazzo
- un libro a scelta tra quelli sotto indicati:
*Ferlazzo F. (2004). Metodi in Ergonomia Cognitiva. Roma: Carocci.
*Catino M. (2002). Da Chernobyl a Linate. Roma: Carocci.
*Norman D. (2005). Il computer invisibile. Milano: Apogeo.
*Norman D. (2004). Emotional design. Perché amiamo (o odiamo) gli oggetti della vita quotidiana. Milano: Apogeo.
Per i NON FREQUENTANTI:
- Di Nocera F. (2004). Cos'è l'ergonomia. Roma: Carocci.
- Ferlazzo F. (2004). Metodi in Ergonomia Cognitiva. Roma: Carocci.
- due articoli a scelta tra quelli forniti da Ferlazzo
- un libro a scelta tra quelli sotto indicati:
*Catino M. (2002). Da Chernobyl a Linate. Roma: Carocci.
*Norman D. (2005). Il computer invisibile. Milano: Apogeo.
*Norman D. (2004). Emotional design. Perché amiamo (o odiamo) gli oggetti della vita quotidiana. Milano: Apogeo.

Modalità d'esame

Per i FREQUENTANTI: possibilità di un pre-appello con esame scritto vertente sul primo modulo (esclusi gli articoli e il libro a scelta) se almeno 2/3 degli studenti frequentanti dichiara l'intenzione di presentarsi per l'appello. Per tutti: esami orali.

Approfondimenti

Google Translate
Translate to English Translate to French Translate to German Translate to Spanish Translate to Chinese Translate to Portuguese Translate to Arabic
Translate to Albanian Translate to Bulgarian Translate to Croatian Translate to Czech Translate to Danish Translate to Dutch Translate to Finnish Translate to Greek Translate to Hindi
Translate to Hungarian Translate to Irish Translate to Japanese Translate to Korean Translate to Norwegian Translate to Polish Translate to Romanian Translate to Russian Translate to Serbian
Translate to Slovenian Translate to Swedish Translate to Thai Translate to Turkish

(C) Copyright 2016 - Dipartimento Informatica Sistemistica e Comunicazione - Viale Sarca, 336
20126 Milano - Edificio U14
redazioneweb@disco.unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 30/03/2011