Page begin -
Logo DISCO
|
Go to the Highly accessible area
|
Go to the Content page
|
Go to the End of content
|
Go to the Main menu
|
Go to the Navigation Bar (location)
|
Go to the Navigation menu (tree)
|
Go to the Commands list
|
Go to the Further readings
|
Go to the Bottom Menu
|
Logo Ateneo
   
Education
Diritto dell'informazione, della comunicazione e dell'informatica

DOCENTI: Giulio Enea Vigevani, Riccardo De Ponti

SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE: IUS/09

ANNO: I

SEMESTRE: I

CREDITI: 8

ORE DI LEZIONE: 56 

ORE DI ESERCITAZIONE: 12

Finalità del corso

Il corso ha nella prima parte lo scopo di fornire conoscenze circa la disciplina del diritto pubblico dell'informazione e della comunicazione. Sarà nella seconda parte svolta una analisi dei reati informatici, una volta fornite le necessarie conoscenze circa il diritto penale.

Argomenti del corso

Primo modulo: Diritto dell'informazione e della comunicazione.

Il diritto dell'informazione costituisce una disciplina classica degli studi giuridici, che si è arricchita nel tempo di nuovi temi e di nuove questioni decisive per le democrazie. Dopo un'ampia introduzione sugli elementi fondamentali del diritto pubblico, sarà esaminata la disciplina del diritto di manifestazione del pensiero nella Costituzione italiana, nelle dichiarazioni internazionali dei diritti e nell'Unione europea, con particolare riguardo al rapporto tra informazione e democrazia.

Si analizzerà poi il regime giuridico dei mezzi di comunicazione di massa (stampa, radio, televisione, cinema, teatro, nuovi media e internet). Attenzione peculiare sarà dedicata ad alcuni temi di attualità: il diritto di cronaca, di critica e di satira; la privacy e l'identità personale; la protezione dei minori; il pluralismo televisivo e la propaganda politica; le nuove tecnologie, la disciplina di internet, la pubblicità commerciale.

Accanto alle lezioni del docente, saranno organizzati incontri con esperti e seminari.

All'inizio del primo modulo saranno comunicate le modalità di svolgimento delle esercitazioni.

Secondo modulo: Diritto penale dell'informatica.

Il modulo si articolerà in due parti: una prima parte sarà dedicata alla illustrazione delle nozioni fondamentali del diritto penale, in quanto premesse indispensabili per lo studio delle diverse figure di reato informatico previste nel nostro ordinamento. Di queste ultime si esamineranno in particolare, nella seconda parte del corso, la frode informatica, l'abuso di carte magnetiche di pagamento, il danneggiamento informatico, la diffusione di programmi diretti a danneggiare un sistema informatico, l'accesso abusivo a un sistema informatico e la diffusione abusiva di codici di accesso a sistemi informatici protetti.

Modalità d'esame

Primo modulo. L'esame è orale e si svolge alla fine del corso; per i frequentanti la valutazione sarà effettuata anche sulla base del lavoro svolto all'interno del corso, tenendo conto in particolare dei lavori scritti e della partecipazione attiva alla discussione.

 

Secondo modulo. L'esame è orale. Gli studenti che avranno frequentato il corso potranno sostenere una prova scritta sui soli argomenti trattati a lezione.

Programma dell’esame

Primo modulo.

  • Cuniberti M., Lamarque E., Tonoletti B., Vigevani G., Viviani Schlein M.P. (ult. ed.), Percorsi di diritto dell’informazione. Torino: Giappichelli.
  • Onida V. (2007), La Costituzione. Bologna: Il Mulino.
  • Per ulteriori indicazioni, materiali ed approfondimenti si veda il sito: www.dirittodellainformazione.it

 

Secondo modulo.

  • C. Pedrazzi, Introduzione al diritto penale, Cusl, 2003
  • C. Pecorella, Il diritto penale dell'informatica, CEDAM, 2006, cap. I, cap. II, cap. IV e cap. V sez. seconda e terza

 

Further readings
(C) Copyright 2016 - Dipartimento Informatica Sistemistica e Comunicazione - Viale Sarca, 336
20126 Milano - Edificio U14
redazioneweb@disco.unimib.it - last update of this page 30/03/2011