Inizio della pagina -
Logo DISCO
|
Visita la Versione ad elevata leggibilità
|
Vai al Contenuto della pagina
|
Vai alla Fine dei contenuti
|
Vai al Menu Principale
|
Vai alla Barra di navigazione (sei in)
|
Vai al Menu di navigazione (albero)
|
Vai alla Lista dei comandi
|
Vai alla Lista degli approfondimenti
|
Vai al Menu inferiore
|
Logo Ateneo
   
Didattica
Interaction Design
Interaction Design

Mutuato da TTC - Laboratorio di progettazione - Laboratorio di progettazione Modulo 2

Interaction Design (mutuato da TTC - Laboratorio di Progettazione Modulo 2)

SEMESTRE: II

ORE DI LEZIONE: 24

ORE DI ESERCITAZIONI: 12

DOCENTE: Giorgio De Michelis

 Obiettivi e Conenuti:

Questo modulo si propone di analizzare, progettare e realizzare (in forma prototipale) un sistema per l'utente finale ad alta interattività.

Argomenti corso

  • 1. L'interaction design come nuovo modo di progettare
  • 2. Qualità dei sistemi interattivi
  • 3. Semplicità (John Maeda)
  • 4. Apertura, molteplicità, continuità
  • 5. Il progetto itsme
  • 6. Presentazione dei temi su cui svolgere il progetto

Dopo le lezioni che occuperanno le prime 8 ore, gli studenti si organizzeranno in gruppi e inizieranno a svolgere i loro progetti. Il loro lavoro di progettazione avrà frequenti revisioni da parte del docente.

Gli studento saranno anche tenuti a parteicpare ai seminari sugli argomenti relativi al corso che si terranno al DISCo o, comunque a Milano.

Riferimenti bibliografici
http://www.itsme.it/

G. De Michelis, Aperto, molteplice, continuo, Dunod Italia Milano, 1998.

G. De Michelis, The Swiss Pattada: designing the ultimate tool, (with original drawings by Marco Susani), Interactions, 10.3, 2003, pp. 44-53.

G. De Michelis, The Design of Interactive Applications: A Different Way - First Notes, in P: Spirakis, A, Kameas, S. Nikoletseas (editors), Proceedings of the International workshop on Ambient Intelligence Computing, Santorini (Greece), June 2003, pp. 101-114.

G. De Michelis, M. Loregian, C. Moderini, itsme: interaction design innovating workstations, Knowledge, Technology & Policy, 22, 2009, pp.71-78.

G. De Michelis, M. Loregian, An Early Vision of Stories and Venues. In: C. Batini, R. Schettini (a cura di): Emerging Paradigms in Informatics, Systems and Communication, Quaderni DISCo, Milano, 2009, pp. 89-92.

J Maeda, Le leggi della semplicità, Bruno Mondadori, 2007.

 Modalità d'esame

L'esame sarà integrato con quello del modulo 1. Per quanto riguarda questo specifico modulo, consisterà nella discussione di un progetto svolto in gruppi di 3-5 studenti secondo l'approccio dell'interaction design.

Approfondimenti

Google Translate
Translate to English Translate to French Translate to German Translate to Spanish Translate to Chinese Translate to Portuguese Translate to Arabic
Translate to Albanian Translate to Bulgarian Translate to Croatian Translate to Czech Translate to Danish Translate to Dutch Translate to Finnish Translate to Greek Translate to Hindi
Translate to Hungarian Translate to Irish Translate to Japanese Translate to Korean Translate to Norwegian Translate to Polish Translate to Romanian Translate to Russian Translate to Serbian
Translate to Slovenian Translate to Swedish Translate to Thai Translate to Turkish

(C) Copyright 2016 - Dipartimento Informatica Sistemistica e Comunicazione - Viale Sarca, 336
20126 Milano - Edificio U14
redazioneweb@disco.unimib.it - ultimo aggiornamento di questa pagina 28/03/2011