Lezioni Lincee

Le "Lezioni Lincee" dedicate alle “Scienze Informatiche” hanno lo scopo di mettere in luce le sfide intellettuali e le basi scientifiche dell'Informatica.

In particolare si vuole far comprendere agli studenti delle Scuole Medie Superiori che la potenza e la correttezza di funzionamento dei moderni sistemi informatici (anche quelli più frequentemente utilizzati come i motori di ricerca, l'on-line banking e l'acquisto in rete di prodotti e servizi) sono fondate su basi scientifiche e su complesse metodologie matematiche. In altre parole si vorrebbe far maturare negli studenti la consapevolezza che anche dietro l'aspetto ludico e a volte frivolo dell'informatica si celano tecniche algoritmiche avanzate che richiedono a chi sviluppa le applicazioni competenze scientifiche tutt'altro che banali e, al tempo stesso, che, nonostante la proliferazione di affascinanti applicazioni, i problemi ancora aperti nel campo dell'informatica rappresentano uno spazio illimitato per giovani con una vivace creatività e adeguate basi logico - matematiche.

Materiali Lezioni Lincee degli anni passati

23 Febbraio 2018

La quarta edizione ospitata dal Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione si è tenuta venerdì 23 febbraio 2018, dalle ore 9.30 alle ore 12.15 circa.

Locandina

Materiali Relatori:

24 Febbraio 2017

La terza edizione ospitata dal Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione si è tenuta venerdì 24 febbraio 2017, dalle ore 9.30 alle ore 13.15. Più di 800 studenti, provenienti da circa 30 scuole di Milano e province limitrofe, hanno partecipato all'evento.

Locandina

20 Novembre 2015

La seconda edizione ospitata dal Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione si è tenuta il 20 novembre 2016, dalle ore 9.30 alle ore 13.15, ed ha visto la partecipazione di più di 800 studenti provenienti da numerose scuole superiori di Milano e province limitrofe. Hanno partecipato i seguenti relatori:

21 Novembre 2014

Il giorno 21 novembre 2014, presso l'Aula Magna dell'Univeristà degli Studi di Milano-Bicocca, si è tenuta un'interessante giornata di studio e di incontro fra alcuni docenti del Dipartimento di Informatica, Sistemistica e Comunicazione e gli studenti delle Scuole Superiori lombarde.

L'iniziativa, svolta in collaborazione con l'Accademia dei Lincei, ha riscosso pieno successo, con la partecipazione di oltre 20 tra licei e istituti tecnici e più di 700 ragazzi e ragazze, che si sono confrontati con i relatori su temi classici e sfide future dell'Informatica in Italia. Dopo il saluto di benvenuto da parte del Magnifico Rettore Prof.ssa Maria Cristina Messa, la sessione mattutina è stata caratterizzata da tre relazioni.  L'intervento di Carlo Batini ha esplorato i modelli informatici per la rappresentazione e fruizione dei dati, coinvolgendo gli studenti in attività di creazione e individuazione di alcuni di essi. Giancarlo Mauri ha invece mostrato come l'Informatica permei sempre più anche le scienze tradizionalmente ritenute "umane", presentando i più recenti sviluppi nell'ambito della bio-informatica e della modellazione del DNA attraverso sistemi informativi. Infine, Raimondo Schettini ha sottolineato l'importanza della creatività nella realizzazione di sistemi informatici, mostrando l'elaborazione delle immagini come campo applicativo di sicuro interesse teorico e pratico e presentando alcune interessanti iniziative di business ad essa correlate.

La sessione pomeridiana ha proposto due interventi: Alberto Leporati ha presentato il problema della sicurezza nella condivisione delle informazioni, descrivendo gli approcci metodologici e pratici più utili a questo scopo, in una relazione che ha sottolineato il carattere interdisciplinare di questo settore applicativo. Nicola Parolini ha invece discusso con gli studenti del rapporto fra tecnologie informatiche e prestazioni sportive di alto livello, mostrando come i più rilevanti successi nelle discipline sporitve (ad esempio la Coppa America o le Olimpiadi di nuoto) siano strettamente correlati, oltre che alle capacità degli atleti coinvolti, anche ai progressi tecnologici nella preparazione dei materiali e nello studio e analisi dell'ambiente di riferimento.

L'incontro è terminato con una sessione di confronto, in cui gli studenti hanno sollecitato con le loro domande e osservazioni i relatori.